Lo dimostra un numero crescente di studi: l’abitudine a consumare un’adeguata prima colazione ha un importante ruolo in un’alimentazione sana ed equilibrata, ed è associata ad un migliore stato di salute e di benessere. E questo vale a tutte le età.

Nonostante se ne parli frequentemente, tuttavia, il primo pasto della giornata rimane spesso il più trascurato, sottovalutato o del tutto dimenticato. Sono molte, infatti, le persone che consumano una colazione inadeguata sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, che si limitano ad un veloce caffè, magari consumato frettolosamente e/o che non si curano della qualità degli alimenti assunti.

Prima colazione: migliora la tua dieta... e la tua salute! Dott.ssa Alessandra Butti - Biologa Nutrizionista

Perché è importante non saltare la prima colazione? Come può migliorare la salute ed il benessere di una persona?

Il regolare consumo di una prima colazione adeguata, che apporti circa il 15-20% delle Calorie giornaliere, permette di rifornire l’organismo dell’energia necessaria per iniziare ad affrontare nel modo giusto gli impegni della giornata.

Evidenze scientifiche hanno dimostrato che, nei bambini, saltare la colazione può determinare un peggioramento della performance scolastica, con una riduzione della capacità di concentrazione e di resistenza agli sforzi fisici, mentre una prima colazione adeguata si associa a migliori livelli di attenzione, di capacità di risolvere problemi, di memorizzazione, di comprensione durante l’ascolto e la lettura. Miglioramenti che si estendono anche alle ore successive il consumo della colazione e che si osservano anche negli adulti.

Studi scientifici suggeriscono inoltre come il consumo regolare della prima colazione sia associato ad una riduzione del rischio di sviluppare obesità, diabete ed eventi cardiovascolari, e migliori lo stato di salute e benessere generale.
Contrariamente a quanto molte persone pensano, infatti, chi consuma regolarmente la prima colazione è meno predisposto a sviluppare un eccesso di peso, mentre, ad esempio, anche gli adolescenti normopeso che saltano spesso la colazione vanno più facilmente incontro ad un incremento dell’Indice di Massa Corporea (IMC, o Body Mass Index, BMI) da adulti.

La prima colazione: come deve essere composta ?

La colazione deve prevedere fonti di energia di rapido utilizzo insieme ad altre di rilascio più lento, in modo da fornire all’organismo Calorie e nutrienti ma evitare l’insorgenza di episodi di ipoglicemia e sensazione di fame reattivi, fornendo il giusto grado di sazietà.
A tal scopo, dovrebbe essere quindi composta da carboidrati a differente indice glicemico, ma anche da una giusta quota di proteine e grassi.

In termini pratici, una combinazione di latte o yogurt con cereali o derivati (possibilmente integrali e senza troppi grassi o zuccheri aggiunti) e frutta fresca/secca a guscio potrebbe fornire un esempio di una prima colazione bilanciata.
Ovviamente la scelta, le quantità e le combinazioni degli alimenti da assumere a colazione (nell’ambito di un’alimentazione equilibrata e sana!) andranno poi personalizzate.

Non va infatti dimenticato che solo un’assunzione bilanciata e corretta di nutrienti rispetto ai propri specifici fabbisogni e al proprio stile di vita può risultare in effetti positivi sulla salute e sulla prevenzione di malattie cronico-degenerative.

Prima colazione: migliora la tua dieta… e la tua salute! ultima modifica: 2021-02-06T14:53:09+01:00 da Alessandra Butti